Equilibratore portatile e analizzatore di vibrazioni Balanset-1A

Il Balanset-1A è dotato di 2 canali ed è progettato per bilanciamento dinamico su due piani. Questo lo rende adatto a una vasta gamma di applicazioni, tra cui frantoi, ventilatori, trinciatrici, coclee sulle mietitrebbie, alberi, centrifughe, turbine e molti altri.. La sua versatilità nella gestione di vari tipi di rotori la rende uno strumento essenziale per molti settori industriali.

Ho trovato una vecchia corrispondenza tra il nostro lead specialist e uno dei nostri clienti.
Corrispondenza di dieci anni fa!

Autore : Valery Davydovich

Introduzione

Devo ammettere che sono rimasto molto sorpreso e soddisfatto dei risultati della lettera che ci ha scritto Andrey Kobyakov, l'autista della motolivellatrice.

La sua lettera mi ha persino sorpreso: uno specialista con oltre 35 anni di esperienza nel campo della vibrodiagnostica e della bilanciatura. Per molto tempo ho lavorato nell'industria della difesa e ho bilanciato più di 1500 macchine e meccanismi diversi, a partire da semplici ventilatori e pompe per il fumo fino a sistemi di guida per antenne e giroscopi unici.

Ed ecco per la prima volta sul campo il bilanciamento di una potente macchina stradale - una motolivellatrice!!!, il cui autista è Andrey.

Equilibratura dell'albero cardanico, dell'albero a gomiti e del cestello della frizione direttamente sul motor grader

Equilibratura dell'albero cardanico, dell'albero a gomiti e del cestello della frizione direttamente sul motor grader

Andrey ha acquistato il nostro strumento di bilanciamento "Balanset-1" molto recentemente, alla fine di agosto di quest'anno (2012).

In poco più di due mesi da allora, è riuscito non solo a padroneggiare l'hardware e la tecnologia dell'equilibratura, ma anche a eliminare senza smontaggio lo squilibrio delle unità principali della sua macchina (albero motore, albero a gomiti con cestello della frizione, ruote).

Ecco come Andrew descrive il lavoro svolto nella sua corrispondenza con noi.
(Con il suo permesso pubblico le sue lettere senza tagli e modifiche).

1. Lettera di A. Kobyakov del 18 ottobre 2012.

Salve, Valery Davydovich! Volevo scriverle. Ho imparato a lavorare con il dispositivo piuttosto rapidamente e tutto è disponibile per le persone impreparate come me. Il mio notebook accetta il programma senza correzioni. La prima volta che l'ho installato su un computer fisso, bilanciando le ruote, il risultato è migliore rispetto al montaggio dei pneumatici. Ho provato 2 alberi di trasmissione sul posto, e l'equilibratura sembra andare bene. In generale, il dispositivo ha soddisfatto le mie aspettative di buona funzionalità a un prezzo ragionevole. L'altro giorno ho bilanciato il volano del motor grader su cui lavoro personalmente. Lo sbilanciamento iniziale era di oltre 8000 g*mm, lo sbilanciamento rimanente era di circa 900 g*mm, con una tolleranza di 400 g*mm. Avrei potuto fare meglio, ma l'ho lasciato intenzionalmente, perché sarà necessario bilanciare il gruppo frizione. Poi dovremo bilanciare il cardano del motore-cambio sullo stesso grader. È un problema eterno con le motolivellatrici. I miei superiori sono stati un po' sarcastici su questo lavoro, ma credo che sarà il tempo a dirlo.
Durante il processo è sorta una domanda: come si fa a impilare i pesi correttivi in un unico peso di bilanciamento? Quando si bilancia il cardano è più comodo. A mio parere, in generale, sarebbe bello se il programma potesse effettuare questo calcolo.

2. Lettera di A. Kobyakov del 31 ottobre 2012.

Ciao Valery Davydovich!
Voglio raccontarvi il lavoro svolto. Come vi ho detto, ho provato a bilanciare il gruppo frizione. Il primo tentativo non ha avuto successo. Lo squilibrio iniziale era superiore a 28.000 g*mm. La conclusione è stata: disallineamento. Successivamente il gruppo è stato smontato e ispezionato. Sono stati rilevati fori di allineamento usurati nell'alloggiamento della frizione e l'abrasione dei piani dell'alloggiamento adiacente. Disco intermedio normale, unità nuove, ma di qualità discutibile (rivestimento spostato). Ho scelto io stesso il nuovo, solo uno dei quattro era equilibrato. Questo è il caso. Il montaggio è stato più accurato con l'aiuto del dispositivo. I miei colleghi mi facevano il dito medio con la tempia. Ho fatto una scoperta interessante: il disco intermedio è regolato solo in una posizione su tre e anche il cestello. Di conseguenza, l'ho bilanciato a 2600 g*mm. La massa dell'intero gruppo volano + disco intermedio + cestello è di circa 80 kg, raggio 430 mm, velocità 1900-2000 giri/min. Il motore è soddisfatto, funziona senza problemi.

Ulteriore cardano. Il primo tentativo è fallito di nuovo, il peso è di 15 kg, la lunghezza di 650 mm.

Ho controllato le flange, le croci, tutto è a posto, ma non va. Ho tolto il cardano. L'ho fatto girare per mezz'ora. Ho notato un leggero movimento radiale in una delle croci. Cambio del ragno, bilanciamento.

Risultato: squilibrio iniziale al primo piano 1600*mm, al secondo piano 1000*mm. Squilibrio residuo al primo piano 36 g*mm, al secondo piano 9 g*mm. Applausi. Sipario. I capi sono scioccati.

Valery Davidovich, come si può valutare un lavoro così specialistico?

3. Lettera di A. Kobyakov del 7 novembre 2012.

Valery Davydovich, salve! Finalmente vi invio i risultati del mio lavoro. Nella foto c'è la prima "felicità" della nostra città. Nessuno aveva mai fatto il bilanciamento prima d'ora nemmeno sulle auto, figuriamoci sui macchinari pesanti. L'unica eccezione sono i miei esperimenti, più o meno riusciti.
Nella foto si vede un albero di trasmissione piuttosto massiccio, su cui sono fissati con fascette segmenti di asta di piombo

Fig.1 Foto del cardano con pesi correttivi installati nei piani 1 e 2.

Fig.1 Foto del cardano con pesi correttivi installati nei piani 1 e 2.

Si può anche vedere il peso di fabbrica saldato. Nel video si può osservare una rotazione regolare dell'albero. Non vi è alcun movimento della scatola del cambio (a sinistra nel video). Non si osserva alcuno spostamento del motore (a destra). Si nota una significativa riduzione del rumore in cabina, la vibrazione non è praticamente percepita. Verbale di equilibratura del 29/10/2012 prima della riparazione dell'albero di trasmissione (sostituzione di una traversa). Verbale del 31/10/2012 dopo la riparazione. Protocolli confermati dal nostro meccanico, che tra l'altro ha giudicato molto negativamente questo lavoro.

(Nota: purtroppo non sono riuscito a trovare il video stesso).

Fig.2 Foto del cardano con i pesi correttivi installati nei piani 1 e 2.

Fig.2 Foto del cardano con i pesi correttivi installati nei piani 1 e 2.

Fig.3. Foto del cardano con peso correttivo nel piano 2.

Fig.3. Foto del cardano con peso correttivo nel piano 2.

La vibrazione rimane, ma si nota nella parte anteriore del motore, presumibilmente nella puleggia di trasmissione e nella ventola. Ora il grader è in servizio di combattimento e gli esperimenti sono cessati.
Ho iniziato a bilanciare il volano della nostra seconda macchina e sono tornato subito alla riparazione. Ho riscontrato un movimento assiale e radiale dell'albero motore. Dopo averlo aperto, è emerso che è necessaria una rettifica.
Vi prego di perdonarmi se ho violato le leggi della fisica, ma non sapevo che fosse possibile farlo.
Saluti, Andrew.

Risposta alle lettere di Kobyakov

Andrew, ho confrontato i risultati della tua equilibratura con i requisiti per questi rotori, che si riflettono nella norma ISO 22061-76 Macchine e attrezzature tecnologiche. Sistema di qualità dell'equilibratura. Generale.
Credo che sarà interessante per voi confrontare i vostri risultati con le tolleranze di questa ISO.
1. Albero a gomiti (compreso il cestello della frizione, ecc.)
La tolleranza deve corrispondere alla classe di precisione 6 (vedere appendice 1, pagina 13).
In questa classe e a 2000 giri/minuto, i valori di squilibrio residuo ammessi per ciascun piano sono compresi tra 40 e 100 µm (vedere i diagrammi a pagina 3).
Convertito in squilibrio residuo ammissibile per il vostro rotore da 80 kg, la tolleranza è compresa tra 3200 e 8000 g*mm.
Avete raggiunto 2600 g*mm.
2. Albero cardanico .
La tolleranza deve essere di Classe 5 (vedi Appendice 1, pagina 13).
(Nel caso dell'albero cardanico non avete specificato la velocità e l'ho considerata condizionatamente a 2000 giri/min).
Per questa classe e una velocità di rotazione di 2000 giri/min, lo squilibrio specifico residuo ammesso per ciascun piano è compreso tra 15 e 40 µm (vedere i diagrammi a pagina 3).
Se convertita in uno squilibrio residuo ammissibile per un albero cardanico di 15 kg, la tolleranza varia da 225 a 600 mm*mm.
Siete riusciti a ottenere 36 g*mm nel primo piano e 9 g*mm nel secondo piano !!!!.
È impressionante.
Saluti.
F.V.D.

it_ITItalian